S.Teresa - Il teatro è amore, arte, cultura. Cettina Sciacca ha presentato il cartellone degli spettacoli al Teatro Val D'Agrò

S.Teresa - Il teatro è amore, arte, cultura. Cettina Sciacca ha presentato il cartellone degli spettacoli al Teatro Val D'Agrò

S.Teresa - Il teatro è amore, arte, cultura. Cettina Sciacca ha presentato il cartellone degli spettacoli al Teatro Val D'Agrò

S.Teresa di Riva – “Il Teatro è vita e il nostro Teatro è sempre più vivo”. Cettina Sciacca donna guida della compagnia teatrale Sikilia, ha esordito così al teatro Val D’Agrò, aprendo i lavori di una articolata conferenza stampa, dove, per dirla come Litterio, non s’era vista mai tanta gente. E via via, dopo le prime battute, sono stati presentati noti attori, registi, gente di cultura, politici, amministratori comunali, simpatizzanti e… giornalisti.

Il suo obiettivo, oltre a presentare illustri protagonisti di opere teatrali, è stato quello di proporre il cartellone degli eventi, promuovendo al contempo la campagna abbonamenti per la stagione 2018/2019. Sommariamente, per assistere a quattro spettacoli di teatro comico (da ottobre a maggio) bastano appena 50 euro, mentre per gli altro otto spettacoli, di diverso genere, il costo è di 15 euro a serata. A dare man forte a Cettina, durante la presentazione del cartellone teatrale, ci sono stati attori, registi di un cero spessore, e tutti a concordare che il teatro è passione, arte, cultura, comicità. Sul palco si sono avvicendati personaggi di spicco che a vario titolo hanno contribuito e contribuiscono a dare vita al teatro. Per Matteo Francilia, sindaco di Furci Siculo, i Sikilia “sono una risorsa per il nostro comprensorio”; mentre per il primo cittadino di Antillo, Davide Paratore, grazie alla compagnia teatrale di Cettina Sciacca “ancora esiste la cultura”; per Anna Misiti, presidente del consiglio comunale di Mandanici, “il teatro è educazione”. La saggia conduttrice dell’evento, durante i lavori, ha ringraziato tutti: sponsor, amici, simpatizzanti, sostenitori, gli attori della compagnia teatrale Sikilia, il proprietario della struttura Famulari, Severino Banqueting e poi Nina Foti, Egidio Bernava, la Pro Loco, Unitre, Assojonica, Osservatorio Beni Culturali, Enzo Riparare assessore al comune di Pagliara, il regista Fabrizio Sergi, Massimo Caminiti, lo scultore Nino Ucchino e Vittorio Bruno. Quest’ultimo commosso per aver calcato per la prima volta lo storico Teatro Val D’Agrò, un teatro che dà emozioni e fascino, che crea spettacolo e che certamente sta contribuendo alla crescita culturale di tutto il comprensorio jonico. Sul palco con Cettina Sciacca sono saliti Giuseppe Trimarchi editore Tempostretto (“il teatro simbolo di grande rinascita”), Danilo Lo Giudice sindaco di S.Teresa che ha sempre sostenuto questo progetto (“il Tetaro Val D’Agrò punto di riferimento del nostro comprensorio”); Enrico Guarneri (Litterio) attore di rara bravura (“il teatro è passione, amore”); Bruno Torrisi attore e regista (“il teatro è vita”). Poi la prima attrice dei Sikilia si è rivolta ai giovani, lanciando un appello alle scuole “per noi è importante avere i giovani al teatro, importante avvicinare i ragazzi al teatro” e in questa impresa la Sciacca è sicura di riuscirci “perché noi siamo una squadra vera – ha detto – e il teatro è un posto dove si sta bene”. Per circa due ore Cettina ha tenuto banco, incantando la platea col suo fascino, con la sua testardaggine culturale (come l’ha battezzata il sindaco di S.Teresa) e soprattutto da saggia conduttrice, da professionista seria e preparata, da donna dello spettacolo. A lei, sicuramente, il comprensorio jonico deve molto. (nella foto l'intervento del sindaco di Furci, Matteo Francilia.accanto Cettina Sciacca. Sul palco, da sinistra, Torrisi, Litterio, Danilo Lo Giudice sindaco di S.Teresa e Pippo Trimarchi di Tempostretto).   

Pino Prestia

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice WA4 qui sotto: