Imu e Tasi, le scadenze il prossimo 18 giugno

Imu e Tasi, le scadenze il prossimo 18 giugno

Imu e Tasi, le scadenze il prossimo 18 giugno

Scade il prossimo 18 giugno(il 16 cade di sabato) il termine per effettuare l’acconto Imu e Tasi da parte di coloro che possiedono o utilizzano un immobile. Quest’anno il calcolo dell’importo dell’Imu e Tasi non dovrebbe comportare particolari difficoltà in virtù del fatto che non vi sono stati cambiamenti relativi alla disciplina dei due tributi, tuttavia bisognerà stare attenti alla possibilità che si siano verificate delle modifiche agli immobili come ad esempio l’ attribuzione di una nuova rendita catastale, la locazione dell’appartamento prima adibito ad abitazione principale, e cosi via.

Vige anche per il 2018 il regime di tassazione dei terreni agricoli (esonero per C.D.

e I.A.P.), la riduzione del 50% per i comodati tra parenti di primo grado, la riduzione del 25% per gli immobili locati a canone concordato, e l’esonero per gli immobili di cooperative indivise destinate a studenti universitari soci assegnatari.

Relativamente al calcolo (Imu, Tasi) si parte dalla stessa base imponibile alla quale applicare i coefficienti moltiplicatori distinti per categoria catastale. Il valore ottenuto consente di determinare l’imposta applicando le aliquote Imu e Tasi decise dai comuni lo sorso anno, tuttavia bisognerà considerare l’eventuale applicazione di aliquote eventualmente approvate quest’anno. L’acconto è pari al 50% dell’importo complessivo, e a dicembre occorrerà effettuare il saldo considerando le aliquote del 2018, che dovrebbero rimanere le stesse. L’importo minimo al di sotto del quale non si effettua alcun versamento è di 12 euro, a meno che il Comune non ne abbia stabilito uno diverso (anche più basso).

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice GN9 qui sotto: