Taormina: niente affidamento ad Asm, il Parcheggio Porta Pasquale resta al Comune

Taormina: niente affidamento ad Asm, il Parcheggio Porta Pasquale resta al Comune

Taormina: niente affidamento ad Asm, il Parcheggio Porta Pasquale resta al Comune

Il parcheggio Porta Pasquale verso il passaggio ad Asm, anzi no: il Comune di Taormina fa dietrofront e congela in extremis, almeno per il momento, l'iter che prospettava il passaggio all'Azienda Servizi Municipalizzati del posteggio comunale sito ai piedi della Via San Pancrazio. L'iter era stato avviato e ipotizzava un canone annuo, come si ricorderà, di circa 400 mila euro che la casa municipale contava di introitare dall'Asm per la locazione della struttura ma, alla fine, le parti hanno deciso di comune accordo di riporre in un cassetto l'iniziativa.

Da un lato si è evidenziata la perplessità dei sindacati dei lavoratori e quindi del personale stesso di Asm, secondo cui l'operazione avrebbe potuto portare dei riflessi negativi per la condizione economica di Asm e dall'altro lato proprio l'Amministrazione ha preso atto di queste valutazioni e ha preferito lasciare le cose per come stanno attualmente.

Non a caso anche nel piano di riequilibrio finanziario che è stato da poco approvato dal Consiglio comunale, il Comune ha mantenuto nei propri conteggi anche gli incassi del Porta Pasquale. Una riprova che l'iniziativa del passaggio di gestione della struttura alla municipalizzata è stata abbandonata. La legislatura, oltretutto, volge al termine e a giugno (il 3 o 10 giugno) si tornerà alle urne per il voto delle elezioni amministrative, quindi sarà la prossima Amministrazione e chi prevarrà nella imminente competizione elettorale a valutare la situazione e decidere se riproporre l'iter per trasferire il parcheggio Porta Pasquale ad Asm.

L'azienda servizi già gestisce il Lumbi e il Porta Catania ma il Porta Pasquale, in sostanza, non viene ritenuto nelle stanze di contrada Lumbi un'addizione particolarmente conveniente. Il parcheggio Porta Pasquale dispone di soli 75 posti auto e sin qui lavora praticamente soltanto nei mesi della stagione turistica, mentre negli altri momenti dell'anno si presenta molte volte vuoto ed è anche stato chiuso per qualche mese negli anni precedenti, nel periodo di bassa stagione da gennaio a marzo. Per invertire il trend servirebbero probabilmente anche tariffe più convenienti per l'utenza: un discorso analogo a quello che si fa da parecchio tempo a questa parte pure per i posteggi Lumbi e Porta Catania.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice X7A qui sotto: