Roccalumera, incidenti e ingorghi alla rotonda, necessitano più controlli

Roccalumera, incidenti e ingorghi alla rotonda, necessitano più controlli

Roccalumera, incidenti e ingorghi alla rotonda, necessitano più controlli

ROCCALUMERA - Sono tre i vigili urbani effettivi a Roccalumera, affiancati da altri tre contrattisti a tempo ridotto. Pochi per un Comune che conta quasi cinquemila abitanti. E non sempre riescono a svolgere i servizi loro affidati, soprattutto per quanto riguarda la viabilità all’interno del paese.

La coordinatrice  Graziella Puglisi cerca di organizzare al meglio i vari servizi, che tengono impegnati i vigili davanti le scuole, nella notifica degli atti, negli eventi organizzati dal Comune, nei vari sopralluoghi. Sulla strada quasi mai sono presenti i vigili urbani di Roccalumera, tranne quando si verificano incidenti automobilistici o nel servizio autovelox sul lungomare. Diciamo questo perché ieri un tamponamento di lieve entità è bastato per paralizzare la circolazione attorno la rotonda la tra via Vespucci e la via Umberto I,  a quattro passi dallo svincolo autostradale.

In questo nodo viario, dove quotidianamente la circolazione è costante e caotica, necessita una maggiore sorveglianza, un maggior controllo dei vigili urbani. Anche perché ci sono parecchi automobilisti indisciplinati che non si attengono al codice della strada e si avventano nella rotonda non rispettando la precedenza di altre auto. E si verificano incidenti. C’è pure da dire che la zona che fa da cornice alla rotonda è ricca di attività commerciali e in più è zona raccordo con la provinciale che porta nei centri collinari di Pagliara e Mandanici. Ogni estate l’amministrazione comunale per fronteggiare l’afflusso imponente di turisti e vacanzieri assolda tre vigili urbani del Corpo delle guardie municipali di Torino e lo fa consapevole che i pochi vigili di Roccalumera non potrebbero tenere testa all’imponete afflusso viario. Perché, allora, non inserire in pianta organica altri vigili urbani, magari passando effettivi giovani articolisti che lavorano al Comune? 

Condividi su:

1 Commenti

  • Pippo Sturiale
    lunedì 25 dicembre 2017, ore 11:40:54

    Occorre mettere degli STOP a prova di cieco mentale: quelli per terra non bastano! Chi entra in una rotonda ha la precedenza anche su quelli che vengono da destra ... vallo a spiegare !?!
    Dalle nostre parti, invece, la precedenza dipende dall'automobilista, dalla grossezza della sua auto: dal suo avere ... tanta cretineria!

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 8IK qui sotto: