loader
Taormina. Giunta fa dietrofront sul parcheggio Porta Pasquale: niente passaggio ad Asm

Taormina. Giunta fa dietrofront sul parcheggio Porta Pasquale: niente passaggio ad Asm

Taormina. Giunta fa dietrofront sul parcheggio Porta Pasquale: niente passaggio ad Asm

La Giunta prepara la modifica la modifica e il probabile raddoppio del canone d'affitto per i parcheggi Lumbi e Porta Catania, ma sul parcheggio "Porta Pasquale" si va invece verso un cambio di strategia in extremis con la conferma di una gestione comunale della struttura inaugurata nel 2011 e sinora sempre gestita direttamente dal Comune di Taormina. A stoppare almeno per il momento il passaggio del parcheggio Porta Pasquale ad Asm c'è la condizione dell'Azienda Servizi Municipalizzati, che per quanto sia in piena fase di risanamento tuttavia sul piano formale è ancora in fase di commissariamento e liquidazione.

Uno "status" che, in sostanza, impedirebbe ad Asm di assumere intanto l'onere della gestione del Porta Pasquale e di assumere un relativo carico da 400 mila euro l'anno, che è il canone che intendeva imporre la Giunta Ecco perché, a questo punto, l'intenzione dei vertici di Palazzo dei Giurati, che avevano pensato di trasferire la gestione del posteggio nord all'azienda è da ritenersi prossimo a finire in un "cassetto". A sei mesi dalle elezioni amministrative sarà poi la nuova Giunta della città, in primavera a decidere il futuro del Porta Pasquale e con molta probabilità di avrà soltanto allora anche il ritorno di Asm ad una condizione gestionale normale senza più il commissariamento.

La municipalizzata dovrebbe rimanere, a quanto pare, ancora per qualche mese sotto la gestione del Comandante della Polizia locale, Agostino Pappalardo, che sta completando il riassetto economico-finanziario dell'ente, che ha chiuso i bilanci 2014-2015-2016 in attivo e che ad ottobre ha deliberato in attivo pure il previsionale 2017. I bilanci dell'azienda, tuttavia, non sono stati ancora visionati ed esitati dal Consiglio comunale e anche tenendo conto che manca questo importante passaggio i primi mesi del 2018 saranno ancora di transizione.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 0BQ qui sotto: