La scuola primaria centro di Roccalumera va adeguata sismicamente. A dirlo l'ingegnere dell'Unione dei Comuni

La scuola primaria centro di Roccalumera va adeguata sismicamente. A dirlo l'ingegnere dell'Unione dei Comuni

La scuola primaria centro di Roccalumera va adeguata sismicamente. A dirlo l'ingegnere dell'Unione dei Comuni

Roccalumera - "Dai risultati emersi dalla verifica di vulnerabilità sismica fatta sul plesso della scuola primaria del centro di Roccalumera (Me) fatta a seguito della mia protesta e depositata il fine settima scorso presso l'Unione dei Comuni dall'ingegnere Carmelo Aliberti, e' venuto fuori che l'istituto non è adeguato sismicamente".

A dirlo questa volta non è Giuseppe Lombardo, padre di due bimbe che frequentano l'istituto e che non ha fatto andare a scuola a settembre per 15 giorni come forma di protesta per la mancanza di controlli sismici, ma L' Ing. incaricato dall'Unione dei Comune.

"Per i parametri normativi - prosegue Lombardo - non è da chiudere, ma va adeguata. Trasmetterò la verifica al Miur, che mi e' stata consegnata ieri, con la richiesta al Ministro di chiedere scusa per le inesattezze che i dirigenti e l'ufficio stampa del Ministero hanno divulgato in concomitanza alla mia protesta fatta per ottenere solo quello che lo Stato non garantisce, e cioè una scuola sicura per i nostri figli. Adesso cara ministra, faccia aggiornare la banca dati e la prossima volta prima di scrivere leggete le carte e se non le avete cercatele". E agli amministratori di Roccalumera che in questa vicenda hanno dimostrato solo negligenza e comportamenti arroganti, chiedo che si attivino immediatamente a redigere un progetto di adeguamento per partecipare al biondo di prossima scadenza a gennaio 2018.

--

Sullo stesso argomento è intervenuto pure l’avv. Carmelo Saitta, esperto del sindaco:  “Egregio Direttore, Le chiedo un po’ di spazio per chiarire in maniera definitiva lo stato strutturale degli edifici scolastici a Roccalumera, e la loro vulnerabilità sismica, in particolare della scuola Salvatore Quasimodo, oggetto di polemiche infinite. Ebbene la relazione tecnica prodotta dall’Ing. Carmelo Aliberti riporta che su tre parametri da prendere a riferimento, due verificano ed uno non verifica, con basso rischio sismico, venendo comunque garantita l’incolumità fisica degli alunni e di tutti coloro che frequentano detto plesso scolastico. Ciò perché i rischi sismici in base a detto parametro sono legati all’avverarsi di un terremoto di altissima intensità, venendo calcolato un ritorno temporale di un fenomeno sismico di tale portata in trecento anni dall’ultimo suo avverarsi. Sicchè, non sussistono pregiudizi e pericoli immediati ed esigenze improcrastinabili, né emergenze tali da imporre la chiusura del plesso scolastico di Roccalumera centro. E’ chiaro che l’adeguamento del plesso scolastico va fatto e va approntato un progetto, onde conseguire il finanziamento ministeriale, e su questo l’Amministrazione attiva è pronta a fare la sua parte. Però è evidente che in detta vicenda vi è stata una speculazione volta a mettere in luce défaillance dell’Amministrazione Argiroffi e chi ha agito in tal modo è stato clamorosamente sconfessato. Soprattutto è stata sconfitta la strategia di voler rappresentare il Sindaco con tutti i suoi collaboratori, come soggetti irresponsabili, incuranti della salute degli scolari. Ci conforta un fatto in tutto ciò, i genitori degli alunni, il Dirigente Scolastico e tutto il Corpo Docente non si sono fatti irretire dalle speculazioni insorte, in quanto l’attività scolastica è proseguita, senza subire alcuna interferenza. Né si sono fatti suggestionare dal clamore mediatico imbastito da qualcuno, la cui azione si è ridotta solo in rumore nell’indifferenza della comunità”

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice Z9T qui sotto: