S.Teresa di Riva, Sindaci, autorità, personaggi dello spettacolo all'evento "Bello ricevere meraviglioso donare" | FOTO e INTERVISTE

S.Teresa di Riva, Sindaci, autorità, personaggi dello spettacolo all'evento "Bello ricevere meraviglioso donare" | FOTO e INTERVISTE

S.Teresa di Riva, Sindaci, autorità, personaggi dello spettacolo all'evento "Bello ricevere meraviglioso donare" | FOTO e INTERVISTE

S.Teresa di Riva – Ha collezionato un grosso successo  di critica e di partecipazione la manifestazione “Bello ricevere... meraviglioso donare” organizzata nei locali dell’ Isola del Sorriso, vicino Scevacar, in collaborazione con l’Associazione Temporanea Onlus Autismo di Nizza di Sicilia. All’evento coordinato da Carmen Saglimbeni e presentato da Cettina Sciacca,  hanno preso parte parecchi amministratori comunali, tra cui il sindaco di S.Teresa Danilo Lo Giudice, di S.Alessio Giovanni Foti e di Pagliara Sebastiano Gugliotta, oltre assessori e consiglieri di S.Teresa, di S.Alessio Siculo e di Altri Comuni.

Si sono avvicendati al microfono Giovanni Tono, Carmelo Caporlingua, Danilo Lo Giudice, Danilo Rizzo ed altri sindaci. Presenti pure il Dirigente scolastico Enza Interdonato , il dirigente manager della Scevacar Carmelo Saglimbeni, la giornalista Angela Amoroso e l’attore  Daniele Perrone. Quest’ultimo è stato particolarmente festeggiato. Durante la manifestazione, che si è svolta in collaborazione con Coccinella di Carmen Saglimbeni, è stato presentato il libro “La Buona Tavola. Tanti i giovani volontari che si sono attivati per la buona riuscita della manifestazione. Poi un ricco buffet messo su da RistorSeve, gestione e servizi di Severino Bucalo.

È stato presentato il libro "La Buona Tavola" realizzato dall'Associazione Temporanea Onlus Autismo. Si tratta di un progetto laboratorioale - formativo - inclusivo con il quale si è creato un libro di ricette, un corso di cucina presso il laboratorio del centro diurno. Ad esso è seguito uno stage di sei mesi presso la struttura ricettiva "O Geusu" di S. Alessio Siculo. Il progetto ha avuto successo nazionale grazie alla casa editrice Edas di Messina che ha pubblicato il ricettario ed è stato inserito nelle migliori librerie. Il progetto non è stato solo importante per la parte culinaria, ma anche perchè ha coinvolto l'intero centro diurno e tutti i ragazzi. È stato anche mezzo di moltiplicatore sociale, oltre che di inclusione cona partecipazione a diverse presentazioni sul territorio, andando a sensiblizzare la comunità su un argomento così importante.

Condividi su:


Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 2BH qui sotto: