Gallodoro, domani sarà celebrata la giornata delle montagne e del cibo attraverso la biodiversità

Gallodoro, domani sarà celebrata la giornata delle montagne e del cibo attraverso la biodiversità

Gallodoro, domani sarà celebrata la giornata delle montagne e del cibo attraverso la biodiversità

Domani a Gallodoro sarà celebrata la giornata delle montagne e del cibo attraverso la biodiversità. Lo scopo è quello di evidenziare come le montagne, che coprono un quarto della superficie terrestre ed ospitano il 12% della popolazione mondiale, sono attualmente tra gli habitat più minacciati a causa della deforestazione, dello sfruttamento indiscriminato del territorio, etc.

La Fabbrica Italiana Contadina vuole offrire al mondo un assaggio della straordinaria bellezza e biodiversità dell’Italia con la riscoperta dei luoghi montani e dei prodotti ad essi legati.

Anche il piccolo borgo siciliano vuole dare un piccolo contributo per sensibilizzare le comunità alla lotta della fame del mondo e a fruire dei prodotti che il territorio offre.

Presso l’aula magna della scuola elementare di Gallodoro (Detto Borgo Antonelliano) si inaugurerà il progetto: “Turismo – Arte – Cultura – Storia e Tradizioni della Sicilia” con l’intento di promuovere e valorizzare il territorio e le sue identità.

Ad aprire i lavori la moderatrice del progetto, Domenica Riccobene, socia del Club per l’Unesco di Taormina. Dopo i saluti del sindaco Alfio Currenti si susseguiranno gli interventi di: Giuseppe Tindaro Toscano (Presidente Club dell’Unesco di Taormina), della dott.ssa Carla Santoro (Dirigente Scolastico), della prof.ssa Maria G.

Scarcella, dell’Arch. Antonella Bartolotta (Assessore Cultura), del Dr. Salvo Brocato (Presidente Vicario Club dell’Unesco di Taormina), del Prof. Carlo Turchetti (Socio Club dell’Unesco di Taormina), della prof.ssa Nina Foti (Presidente Osservatorio Beni Culturali), della Dr.ssa Maria Enza Cilia (x dirigene Beni Culturali), dell’Avv. Vito Livadia (Socio Club dell’Unesco di Taormina con delega tradizioni religiose), Prof. Filippo Grasso (Docente Università di Messina), del Dr. Salvo Mosca (Scrittore).

All’interno dell’evento è stato inserito un concorso: La descrizione di una ricetta della tradizione siciliana locale. Allestita anche una mostra cartellonistica di Proverbi e detti siciliani

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice AL4 qui sotto: