Roccalumera, alla lettera dell'ex vice sindaco risponde l'avv. Carmelo Saitta.

Roccalumera, alla lettera dell'ex vice sindaco risponde l'avv. Carmelo Saitta.

Roccalumera, alla lettera dell'ex vice sindaco risponde l'avv. Carmelo Saitta.

Roccalumera – Dall’esperto del sindaco avv. Carmelo Saitta riceviamo e pubblichiamo:

“Egregio Direttore, ritorno nel suo spazio editoriale, a causa dell’odierno comunicato stampa di Francesco Santisi, il quale mi accusa di giudizi scomposti al suo riguardo, chiamandomi esperto a titolo gratuito solo nella forma. Egli riferisce giudizi contrastanti tra me ed il Sindaco, in merito ai 250 mila euro di lavori disposti dall’UTC.

E si dice fiero di essere a capo di un progetto politico alternativo all’attuale Amministrazione. Ma soprattutto giudica la gestione Argiroffi, tipica di un’amministrazione in affanno. Non voglio essere irriguardoso, visti i rimbrotti che mi rivolge l’ex Voce Sindaco, ma devo sottolineare che quanto egli asserisce è sconfessato dalla storia, dagli atti e dai documenti ufficiali che hanno segnato questi quattro anni e mezzo di vita dell’Amministrazione di Gaetano Argiroffi, ma soprattutto i suoi argomenti sono un millantato credito conclamato. Vengo al punto. Nessun debito fuori bilancio sussiste, in quanto la spesa di 250 mila euro per i lavori dell’UTC  ha trovato copertura in sede di assestamento bilancio, occorso nella seduta del consiglio comunale del 29 novembre scorso. Se fosse decorso detto termine senza l’adozione di alcuna determinazione volta a coprire il predetto fabbisogno di spesa, allora il debito fuori bilancio  sarebbe sussistito, in quanto entro il 31 dicembre 2017 non sarebbe stato possibile adottare alcuno impegno di spesa. Il che è stato scongiurato, in quanto alla data di scadenza dell’anno in corso verranno prodotti tutti gli impegni di spesa necessari al pagamento delle ditte che hanno eseguito i lavori anzidetti. Quanto al sottoscritto ribadisco che sono esperto a titolo gratuito del Sindaco e di tutta l’Amministrazione, perché fornisco quotidianamente pareri a titolo gratuito ad amministratori e dipendenti comunali, contribuendo all’adozione di ogni atto e provvedimento. E credo che per questo ruolo dovrei ricevere plausi e non critiche, se è vero che l’Amministrazione attiva non è incappata in alcun deficit procedurale, né ancor meno in atti e provvedimenti che siano stati dichiarati illegittimi. Altra cosa è la mia veste di avvocato del Comune nei giudizi presso le Autorità Giudiziarie, per la quale ho ricevuto regolari compensi, legati alla mia attività di difensore che non può essere svolta a titolo gratuito, pena la violazione dei doveri di deontologia professionale. Chiarito questo, voglio precisare che siamo contenti di essere alternativi alla politica di Francesco Santisi, perché non ci appartengono le sue logiche di amministratore e la sua cultura di uomo politico. Se è vero che cinque anni fa quando egli ha rivestito i panni di Vice Sindaco è trascorso il 31.12.2012 senza che venisse adottato alcuno strumento contabile, né il bilancio di previsione e nè bilancio consultivo. Se è vero che è stato pendente un debito contratto con l’ATO di 2 milioni e 500 mila euro. Sono stati pendenti debiti per forniture e lavori per 1 milione e 200 mila euro.  L’anticipazione di cassa è stata di 900 mila euro. E sono stati pendenti ben 500 mila euro di parcelle di avvocati non pagate. Un autentico oltraggio alla funzione di cui lo stesso Santisi è stato investito al tempo dagli elettori di Roccalumera. Siamo consapevoli di essere politici diversi dall’ex Vice Sindaco e di aver ridato smalto alle finanze comunali. Siamo soprattutto fieri di aver restituito a Roccalumera il ruolo di comune leader della riviera jonica. Siamo altresì orgogliosi della nostra cultura politica, spesa per soddisfare gli interessi della comunità che amministriamo. Quanto affermo non sono illazioni, ma verità gridate a gran voce, che trovano riscontro nella storia trascorsa. Nessun confronto  è possibile con Francesco Santisi, in quanto detto confronto nasce dalla nostra azione quotidiana di amministratori, svolta ogni giorno in totale discontinuità con la sua. Poi se egli intende misurarsi nella prossima campagna elettorale lo aspettiamo con piacere, consapevoli, visti i suoi trascorsi, di avere a che fare con un politico di scarsa consistenza, ormai al declino.

            Cordiali saluti.                                                Carmelo Saitta  

 

 

--

E con questo comunicato chiudiamo il batti e ribatti tra maggioranza e minoranza.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice P0D qui sotto: