Cerca nel sito

LETTERA AL SINDACO DI FURCI SICULO

LETTERA AL SINDACO DI FURCI SICULO

Lettera al sindaco di Furci Siculo

Durante una fugace telefonata con il sindaco di Furci, dott. Sebastiano Foti, siamo stati informati dal primo cittadino che la sua missione alla guida del paese potrebbe concludersi a fine estate, tra qualche mese. Non conosciamo i motivi di questa sua iniziativa, né per la verità ci interessano tanto. Poniamo il dito, invece, su un altro fatto, che potrebbe in parte alleviare i disagi che sta vivendo il paese, maggiormente se affidato per otto mesi ad un commissario straordinario. In Sicilia si vota la prima decade di novembre, per il rinnovo dell’Ars, per cui in questa tornata elettorale potrebbe entrare anche il comune di Furci se commissariato per tempo. Tutto questo sarà possibile se il sindaco Foti riuscirà a presentare le dimissioni entro il 31 agosto. Perché, votare a giugno 2018 a Furci vuol dire gettare nelle mani del commissario il paese per otto mesi, vuol dire spreco di denaro pubblico, vuol dire disagi a non finire. Se il primo cittadino invece di rimettere il mandato a settembre, riuscirà a farlo entro la fine d’agosto, il commissario verrà solo per due mesi e in questi sessanta giorni si darà la possibilità alle forze politiche di organizzarsi per la formazione delle liste e quindi passare al voto il 5 novembre. Tra l’altro già si parla della candidatura della prof. Nina Foti e di altri due politici locali. Non sappiamo i progetti del dott. Sebastiano Foti, però questa nostra riflessione potrebbe salvare il paese da una disfatta. Sempre che Foti voglia veramente dimettersi.     

Pino Prestia

Commenti

Inserisci il tuo commento

I commenti prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Dati dell'utente

Copia il codice 0GY qui sotto: