Cerca nel sito

Svolta calcistica nel territorio italo-scalettese: l'intero gruppo del Fasport, promosso in seconda categoria, passa all'ASCD Itala del presidente Berlinghieri

di Cristian Fleres -

Svolta calcistica nel territorio italo-scalettese: l'intero gruppo del Fasport, promosso in seconda categoria, passa all'ASCD Itala del presidente Berlinghieri
Il presidente Berlinghieri con l'allenatore Geraci

Clamorosa notizia in quel di Itala, la squadra del Fasport, neo promossa nel campionato di seconda categoria, passa sotto la gestione del presidente dell'Itala Carmine Berlinghieri.

Ma andiamo con ordine. A promozione raggiunta, i ragazzi del mister Giuseppe Geraci, anziché trascorrere le vacanze con serenità, si sono ritrovati nelle mani di un altro presidente: Antonello Panebianco. Proprio così, Fabio Foti (ormai ex presidente) ha ceduto il titolo al dirigente messinese. Quindi, tutto di un tratto, la squadra ha dovuto fare i conti con un presidente mai visto né conosciuto. Proprio per questo l'allenatore Geraci ha voluto vederci chiaro, cercando inutilmente un incontro con lo stesso Panebianco, per organizzare insieme l'avvio della prossima stagione calcistica. Ma di questo presunto presidente non c'è traccia. Arrivati agli sgoccioli degli svincoli, i ragazzi italo-scalettesi si trovavano ad un bivio. Ed è qui che hanno trovato una nuova strada, grazie al presidente dell'ASCD Itala, Carmine Berlinghieri. Quest'ultimo, ormai alla fine del ciclo calcistico con l'allenatore Lorenzo Peditto (ciclo calcistico ricco di soddisfazioni, con la promozione in prima categoria sfumata solo ai play off), ha proposto il passaggio dei ragazzi del Fasport sotto la sua presidenza.

La proposta è stata accolta con entusiasmo da Geraci e da tutti i componenti della squadra che, dopo essersi fatti svincolare, sono pronti ad indossare la casacca italese dell'Itala. Una soluzione che accontenta tutti. I ragazzi di Geraci possono sorridere per essere rimasti a calcare i campi del proprio paese, soprattutto con alla guida un presidente esperto come Berlinghieri che, da tanti anni ormai, rappresenta un punto di riferimento per il calcio della riviera jonica. Lo stesso Berlinghieri non ha nascosto il proprio entusiasmo per questa operazione. Nelle sue idee, creare una squadra che rappresentasse appieno i due paese di Itala e Scaletta era una priorità. C'era andato vicino, quattro anni or sono, quando propose una fusione con l'allora “Team Scaletta” ma, per varie vicissitudini, ciò non fu possibile. Adesso, invece, il progetto è andato in porto e l'entusiasmo è tangibile.

L'accordo è stato sancito in una splendida serata, passata agli “Infiniti sapori del Gluten Free dei fratelli Di Leo”, tra patatine, arancini e focaccia squisiti. Ha presenziato anche Salvatore Di Ciuccio, ex assessore allo sport, che ha rilevato l'importanza di avere un'unica squadra che rappresenti il territorio italo-scalettese, dichiarando anche di non far mancare il proprio supporto, sia economico che in termini di presenza, per dare un contributo soddisfacente alla realizzazione del tutto.

Commenti

Inserisci il tuo commento

I commenti prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Dati dell'utente

Copia il codice II1 qui sotto: