Cerca nel sito

Rientra tra fede e devozione il primo pellegrinaggio alla Madonna del Tindari della comunità San Carlo

di Gianni Arpi -

Rientra tra fede e devozione il primo pellegrinaggio alla Madonna del Tindari della comunità San Carlo

Si è concluso il primo pellegrinaggio alla Madonna del Tindari organizzato dalla Comunità di San Carlo. I devoti che si erano essi in cammino, lo scorso giovedì, dopo aver ricevuto la benedizione del parroco di Misserio don Carmelo Mantarro hanno fatto rientro, ieri sera nella piccola frazione casalvetina.

Nonostante un percorso stremante per la sua infinita lunghezza e per la sua tortuosità i fedeli della Madonna Nera, spinti dal desiderio di pregare e di offrire il cammino e le loro orazioni alla Madre Celeste ha permesso loro di ottenere tutto l’aiuto divino per portare a felice compimento questa esperienza di fede. I pellegrini partiti, giovedì, dalla piazza S. Carlo, intorno alle nove, hanno raggiunto località Bafia al calar del sole. La scelta degli organizzatori, di arrivare nel tardo pomeriggio, nella frazione del comune di Castroreale, ha consentito di visitare la Chiesa dedicata a S. Carlo Borromeo, dove hanno pregato e ricevuto la benedizione.

Dopo aver pernottato all’interno dei locali scolastici, i pellegrini, a cui seguito c’era un numero corposo di fedeli a cavallo, hanno ripreso il loro cammino verso la Madonna del Tindari tra canti e preghiere. Giunti al Santuario tanti raccontano che le fatiche sono state ampiamente ricompensate e simultaneamente cancellate da una grande crescita spirituale alla vista del simulacro della Vergine Maria. Sabato mattina si sono uniti alla carovana dei devoti, quelli giunti al Santuario sia con il pullman che con le macchine per celebrare in comunità l'Eucarestia.

Nel pomeriggio i fedeli si sono rimessi in camminino per far rientro ieri, nella Frazione San Carlo, sempre ripercorendo il sentiero angusto dei Peloritani.

Foto

Commenti

Inserisci il tuo commento

I commenti prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Dati dell'utente

Copia il codice V0I qui sotto: