Cerca nel sito

Città di Roccalumera, ridotta in nove ha perso il salto in Prima categoria. Non meritava questa sconfitta

Città di Roccalumera, ridotta in nove ha perso il salto in Prima categoria. Non meritava questa sconfitta

Non meritava di perdere il Città di Roccalumera, ma nei tempi supplementari, ridotto in nove, ha dovuto cedere le armi al Rodi Milici, che così accede il Prima categoria.  Artefice di questa disfatta l’arbitro, il palermitano Mucera, che ha spezzettato spesso le azioni da gol, ammonendo parecchi giocatori ed espellendo Puglisi e Caminiti. I primi novanta minuti di gioco sono terminati uno a uno, con gol di Crementi e Cicero. Nel secondo tempo dei supplementari il Rodi Milici è andato altre due volte in gol, con Cicero e Torre. Qualche tafferuglio a fine partita, ma niente di allarmante. Spalti stracolmi di tifosi con una vasta rappresentanza di Rodi Milici. Bravi comunque tutti i giocatore, allenatore compreso.

LE FORMAZIONI

Città di Roccalumera: Trimarchi, Di Bella (72’ Cannata), Leo, Smiroldo, Puglisi, Ispoto,  Scarci, Gaeta,  Campagna ( 63’ Caminiti), Crementi, Carnabuci.

Rodi Milici. Torre, Aliberti, Munafò, Caccamo (69’ Calabrò), Chillemi, Trifilò, Torre, Fazio, Cicero, Milia, Torre.

Arbitro: Mucera di Palermo, assistenti Chichi e Piccichè.

Commenti

Inserisci il tuo commento

I commenti prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Dati dell'utente

Copia il codice HH9 qui sotto: