Cerca nel sito

Taormina, Messinambiente resta per altri 3 mesi e poi per la stagione turistica

di Karen Tamà -

Taormina, Messinambiente resta per altri 3 mesi e poi per la stagione turistica

Messinambiente verso la conferma nella gestione del servizio di raccolta rifiuti a Taormina sino alla stagione turistica 2017. Sembra questo lo scenario che si va delineando sulla conduzione delle attività di nettezza urbana a dispetto del passaggio di consegna che pareva ormai prossimo all'orizzonte con la ditta vincitrice del "bando ponte".

Proprio il "bando ponte" indetto dal Comune per affidare per un periodo di nove mesi il servizio ad un'altra ditta, infatti, non si è mai compiuto e ad oggi è rimasto bloccato tra problemi non ancora specificati dal Comune di Taormina. Fatto sta che la prevista fase di transizione di 9 mesi che avrebbe dovuto portare poi all'Aro Taormina ha subito un brusco stop. In questo clima di incertezza e di incompiutezza, anzi, delle strategie di Palazzo dei Giurati, da una parte c'è il "bando ponte" che si è fermato all'avvio delle fasi di aggiudicazione e che di fatto non risulta sia arrivato a compimento. E dall'altra parte c'è l'altro bando, quello per l'avvio dell'Aro Taormina, che non è stato ancora indetto (dovrà occuparsene l'Urega) e i cui tempi si preannunciano molto lunghi. E allora nel bel mezzo di questa situazione riecco Messiambiente.

La società che attualmente gestisce la raccolta rifiuti a Taormina ha ottenuto una inevitabile e prevedibile proroga di altri 3 mesi e a fine marzo, poi, a meno di cataclismi avrà un'ennesima proroga di qualche altro mese. Ed è chiaro che, a quel punto, con il G7 di fine maggio alle porte, il Comune non vorrà rischiare soluzioni "sperimentali", quindi prevarrà la linea di continuità e rimarrà Messinambiente almeno sino ai mesi estivi.

Commenti

Inserisci il tuo commento

I commenti prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Dati dell'utente

Copia il codice XU4 qui sotto: