Cerca nel sito

Il cellulare del vigile del fuoco scomparso, agganciato dal ripetitore di contrada Cucco, a monte dell'abitato di Savoca.

Il cellulare del vigile del fuoco scomparso, agganciato dal ripetitore di contrada Cucco, a monte dell'abitato di Savoca.
Savoca

ROCCALUMERA - Le ricerche del vigile del fuoco, scomparso mercoledi scorso dal lungomare di S.Teresa di Riva,  dove è stato rintracciato il suo fuoristrada, si sono concentrate in contrada Cucco a monte dell’abitato di Savoca, dove il ripetitore della Wind ha agganciato il cellulare di Roberto Scipilliti.  Non solo i militari della Compagnia di Messina Sud e di Taormina, ma anche squadre di vigili del fuoco stanno setacciando tutta la zona circoscritta alla frazione Mancusa, fuori dall’abitato di Savoca, sulla destra della provinciale che porta a Casalvecchio Siculo. Alle ricerche hanno dato la loro adesione squadre di volontari (ma tantissimi sono pure i curiosi) che si sono calati anche nelle scarpate sottostanti di contrada Cucco per visionare alcuni ammassi di erbe e rami secchi. C’è pure da evidenziare, come hanno fatto notare alcuni ricercatori, che la fitta neve, ancora abbondante a monte di Savoca, ostacola fortemente le indagini. Ieri gli inquirenti, dopo alcuni rilievi, hanno consegnato alla famiglia il fuoristrada che il vigili del fuoco, in forza al comando provinciale di Messina, ha lasciato sul lungomare di S.Teresa di Riva, prima di far perdere le tracce. L’automezzo era regolarmente chiuso e posteggiato. Intanto la cittadinanza di Roccalumera si interroga dove sia andato a finire Roberto Scipilliti.  Nei bar, nelle piazze e nei locali pubblici non si parla d’altro. E c’è comprensibile apprensione  in tutto il paese. Gli inquirenti stanno cercando pure di scavare nella vita privata del vigile del fuoco, per risalire a qualche episodio che possa coincidere con la sua scomparsa. Scipilliti quando si è messo alla guida del fuoristrada, alle ore 14 di mercoledi scorso,  indossava un jeans di colore scuro, felpa marrone e giubbotto blu.  La sera, i familiari non vedendolo ritornare si sono recati presso la stazione dei carabinieri di Roccalumera ed hanno sporto regolare denuncia nelle mani del luogotenente Santo Arcidiacono. Adesso, sono cinque giorni che vanno avanti le ricerche, ma del vigile del fuoco neanche l’ombra.

Commenti

Inserisci il tuo commento

I commenti prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Dati dell'utente

Copia il codice 6NH qui sotto: