r Dopo il successo al "Salumi e Jazz" Santi Scarcella è atteso al Palacultura di Messina , Attualità | Gazzetta Jonica - Web Magazine
Dopo il successo al "Salumi e Jazz" Santi Scarcella è atteso al Palacultura di Messina

Dopo il successo al "Salumi e Jazz" Santi Scarcella è atteso al Palacultura di Messina

Dopo il successo al "Salumi e Jazz" Santi Scarcella è atteso al Palacultura di Messina

S.Teresa di Riva - Buona musica jazz per 'palati fini'. Un binomio calzante per il nuovo successo di Santi Scarcella alla prima edizione di 'Salumi & Jazz'. Come cornice il frantoio "Terramacina" a Botte, di Serena Sturiale e Maurizio Sutera, divenuto per l'occasione una animata sala da concerto.

L’affluenza di intenditori della buona musica e del buon gusto è stata confermata dalla presenza di centinaia di persone, arrivate per ascoltare l’artista anche da Catania e da Messina facendo registrare il sold out.

“Sono ormai diversi anni che esercito la mia professione - ha commentato Scarcella - ma quella di sabato sera, devo confessare, è stata una emozione che difficilmente si puo' dimenticare”. 

Un pubblico piacevolmente attento sulle note del jazz, scatenandosi su brani come “Volare” e “O Saracino”, e poi commuoversi su “Vitti na crozza” e “U Suli ava spuntari”. Quest’ultimo brano di sua composizione, suonato e cantato in anteprima in vista dell’uscita del nuovo lavoro discografico, "e' stato come affrontare un turbine di emozioni".

Tra i progetti imminenti, a febbraio Scarcella e' atteso al Palacultura di Messina. Sicuramente, abituato a location come il Blue Note di Milano, suonare a casa ha sempre un fascino particolare, “il fascino dello stretto” si lascia andare Scarcella.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice AN9 qui sotto: