loader
Nizza di Sicilia, scintille in consiglio comunale

Nizza di Sicilia, scintille in consiglio comunale

Nizza di Sicilia, scintille in consiglio comunale

Nizza di Sicilia - E’ proprio il caso di dire che le parti non si incontrano. Questo  è quello che traspare dall’ultimo civico consesso dove maggioranza e opposizione anche sull’approvazione delle aliquote Imu e Tasi si trovano a distanze siderali. Il gruppo di opposizione "Libera Nizza" aveva richiesto un rinvio dell'argomento de quo in concomitanza  con l'approvazione del prossimo bilancio di previsione per meglio capire la nuova normativa.  I consiglieri di minoranza ( Brigandì, De Filicaia e Miceli) hanno accusato l’amministrazione comunale di non tutelare l'interesse dei cittadini e di avere fretta nell’approvare una tassa che graverà  non poco sul reddito di ogni singola famiglia. Perentoria la replica della maggioranza consiliare: “ Noi del comune di Nizza non abbiamo inventato nulla, ci siamo solo limitati a quello che è il ruolo dei consiglieri comunali  e cioè approvare le aliquote nei tempi indicati dal legislatore, ovvero, in questo caso il 23 maggio; la stessa cosa, in queste ore la sta facendo la stragrande maggioranza dei comuni italiani, poiché il 16 giugno tutti i possessori d’immobili dovranno obbligatoriamente pagare gli acconti delle aliquote dell’Imu e della Tasi come ha stabilito il governo italiano, e ribadiamo il governo italiano, e non il sindaco Di Tommaso o noi consiglieri del gruppo Crescita e Continuità”. Una situazione che comunque  non è chiara manco a livello nazionale infatti notizia dell'ultima ora è che la prima rata è stata spostata a settembre per i comuni ritardatari.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice UA8 qui sotto: