loader
In arrivo il nuovo Isee. Stop ai furbetti. Benefici a chi perde il lavoro

In arrivo il nuovo Isee. Stop ai furbetti. Benefici a chi perde il lavoro

In arrivo il nuovo Isee. Stop ai furbetti. Benefici a chi perde il lavoro

In arrivo il nuovo Isee . Finalmente la riforma che ridisegna e aggiorna l'Indicatore della situazione economica equivalente con cui si certifica la cosiddetta «prova dei mezzi» per l'accesso a prestazioni, servizi sociali o assistenziali è in dirittura d'arrivo. Il nuovo testo, formato da 14 articoli in tutto, non modifica il metodo di calcolo dell'Indicatore ma ne migliora la capacità selettiva, attribuendo un peso maggiore alle componenti patrimoniali e finanziarie che concorrono alla determinazione del reddito disponibile, in cui vengono incluse anche somme «fiscalmente esenti».

Il nuovo Isee viene differenziato a seconda delle prestazioni richieste. Una delle novità interessanti è l' “Isee corrente” ovvero la possibilità di aggiornare l'Indicatore di ciascun componente del nucleo familiare nel caso di perdita o riduzione del reddito da lavoro. La revisione dell'Isee è calibrata anche per la situazione economica di famiglie numerose (tre o più figli). L'attuale indicatore sfavorisce i soggetti disabili, i genitori naturali non conviventi e non tutela quei nuclei familiari che si trovino temporaneamente in condizioni di difficoltà per la perdita del posto di lavoro del capofamiglia. Le informazioni richieste per il calcolo del nuovo Isee sono tante. L'espediente della separazione consensuale tra i coniugi non darà più benefici fiscali. Tipico è l’esempio della coppia che, pur di salire nella graduatoria di asili nido, mense scolastiche, carte acquisti e borse di studio, si dichiara separata. L’Inps potrà ottenere una serie di informazioni su chi chiede le prestazioni agevolate attraverso una verifica delle consistenze patrimoniali (case intestate), moto di grossa cilindrata, automobili, conti correnti e proventi finanziari (obbligazioni e titoli di Stato). Le Regioni a statuto speciale e per le le province autonome di Trento e Bolzano potranno applicare le nuove regole nelle forme stabilite dai propri statuti e dalle norme di attuazione che hanno individuato.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice LX6 qui sotto: