Cerca nel sito

ROCCALUMERA, NASCE IL "CENTRO ANTIVIOLENZA"

di di Pasquale Prestia -

ROCCALUMERA, NASCE IL "CENTRO ANTIVIOLENZA"

Roccalumera – “Come sindaco e come vice presidente dell’Unione dei Comuni farò il possibile per sostenere questa associazione, sorta nel comprensorio jonico del messinese, che si basa su un principio nobilissimo: la difesa della donna da ogni forma di violenza e maltrattamento”. Così ha esordito l’avv. Gianni Miasi, primo cittadino di Roccalumera, al meeting organizzato dall’associazione “Al Tuo Fianco”, centro antiviolenza del comprensorio jonico, che si è svolto nel salone del Centro Sociale “Giovanni Paolo II” alla presenza di tantissime donne, giunte anche dai centri limitrofi. I veri motivi della nascita di questa associazione sono stati invece spiegati dal presidente, avv. Concetta La Torre. La professionista ha evidenziato che questa “missione è rivolta al sostegno di tutte le donne del comprensorio jonico che subiscono ogni forma di violenza, da quella fisica a quella psicologica. Abbiamo in atto, ha spiegato ancora l’avv. La Torre, dei protocolli d’intesa, sia con un centro diagnostico di Santa Teresa di Riva che con l’ospedale S. Vincenzo di Taormina per dare un supporto concreto a chi si trova in situazioni estreme”. La convention è stata arricchita dalla presenza di alcuni sindaci della zona, dei consiglieri provinciali Lalla Parisi, Matteo Francilia e Nino Muscarello, e di professionisti e amministratori comunali. Hanno relazionato Maria Perrone assessore provinciale Pari Opportunità, Carmen Currò presidente “Cedav” di Messina, Giovanna Billè psicologa e specialista dell’equipe Abusi e Maltrattamenti Asl 5 di Messina, Rosalba Stramandino responsabile sezione reati contro la persona della Questura di Messina, Daniela Grasso psicologa Asl 5 distretto di Taormina e Luisa Barbaro dirigente responsabile consultori familiari area metropolitana e jonica. Resta da dire che questa associazione, Centro antiviolenza “Al Tuo Fianco”, è stata fondata un mese addietro da sette donne impegnate professionalmente in vari ambiti del comprensorio jonico (Cettina La Torre, Nuccia Lipari, Anna Panfili, Laura Fleres, Giusi Ciatto, Rosanna Fichera e Mariella Sparacio) e come obiettivo ha quello di aiutare le donne ed i minori vittime di maltrattamenti e violenze. Opera nei comuni del comprensorio jonico, da Scaletta Zanclea a Letojanni, e intende prevenire e combattere le violenze e lo stupro, fenomeni sociali purtroppo in crescita in provincia di Messina.

Commenti

Commenti non abilitati.